Alessandro Casciaro
Art Gallery
ita / deu / eng
alessandro casciaro logo
TOP top

Karl
Plattner

Opere su carta

23.11.2016 04.02.2017
Alessandro Casciaro
Art Gallery
<
>
X
plattner, karl plattner, opere su carta, galleria alessandro casciaro plattner, karl plattner, opere su carta, galleria alessandro casciaro plattner, karl plattner, opere su carta, galleria alessandro casciaro plattner, karl plattner, opere su carta, galleria alessandro casciaro plattner, karl plattner, opere su carta, galleria alessandro casciaro plattner, karl plattner, opere su carta, galleria alessandro casciaro
La mostra “Opere su carta”, omaggio all’artista in occasione dei trent’anni dalla sua scomparsa, propone una selezione di opere tra cui spiccano alcuni studi preparatori di suoi noti capolavori ed altri soggetti, forse meno conosciuti, ma altrettanto significativi del suo fare artistico. Per tutti coloro che volessero approfondire ulteriormente la sua opera e in particolare per le nuove generazioni è questa un occasione speciale, di alto spessore culturale, che onora doverosamente la figura di Karl Plattner.

Karl Plattner (1919-1986), la figura certamente più significativa del panorama artistico altoatesino della seconda metà del ‘900, si avvicina all’arte fin da bambino e matura già nell’adolescenza la consapevolezza di fare della pittura la propria ragione di vita. Superate le difficoltà e gli orrori della guerra, a partire dalla seconda metà degli anni Quaranta incomincia a viaggiare alternando soggiorni di studio e lavoro tra Firenze, Parigi e Milano a brevi  permanenze nella propria terra natia dove realizza i suoi primi affreschi su commissione. Nel 1952 incomincia il suo primo soggiorno brasiliano, a cui farà seguito un secondo tra il 1956 ed il 1958, un periodo fondamentale per la sua carriera artistica che culmina con le partecipazioni alla Biennale di Venezia (1954), alla Biennale di San Paolo (1953, 1955 e 1957) e con la realizzazione dell’affresco per il Consiglio provinciale dell’Alto Adige. Dopo il suo ritorno definitivo in Europa, nel 1958, porta a termine importanti opere pubbliche, tra le quali gli affreschi per il Festspielhaus di Salisburgo (1960) e per la cappella del ponte Europa (1964), e realizza numerose mostre personali tra l’Italia e la Francia, paesi in cui, alternandosi, trascorre il resto della sua vita. Particolarmente significativa è la mostra antologica del 1977, a Bolzano, negli spazi appena restaurati di Castel Mareccio.
Nell’opera di Plattner non esiste gerarchia tra dipinto su tela o su carta, né, dunque, tra la paziente lavorazione dell’olio, dove la forma e la figura sedimenta per settimane e mesi, talvolta per anni, e la più immediata risoluzione a pastello o matita, che traduce nella leggerezza del gesto e nella morbidezza cromatica, l’identica passione del ricercare.

 
Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.